telefono  (+39) 06.78.40.300
    mail                     info@zega.it

Cremazione, Affidamento e dispersione delle ceneri


Cremazione - Dispersione - Affido


La cremazione in Italia

Con la legge 130 del 30 Marzo 2001 è stato finalmente snellito l’iter per la richiesta della Cremazione e, anche in Italia, si autorizza la Dispersione delle Ceneri o l’ Affido dell’ Urna presso la residenza del congiunto.

Come ottenere le autorizzazioni per Cremare la salma di un proprio caro

Il suggerimento è di affidarsi all’ Impresa Funebre di fiducia. L’Iter per l’ottenimento di tutte le autorizzazioni non è poi così semplice. L’impresa funebre sa esattamente cosa deve  fare e quali certificati richiedere.

 
L’ autorizzazione alla cremazione potrà essere ottenuta solo a condizione che LA PERSONA IN VITA ABBIA ESPRESSO LA VOLONTA’ DI ESSERE CREMATA.

Dobbiamo distinguere le persone che vengono a mancare in due categorie:
a)    Persona  con parenti più prossimi in vita che possono rilasciare la dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio
b)    Persona senza parenti più prossimi in vita o in grado di rilasciare la dichiarazione
 

Cremazione Con Tumulazione Dell’urna


Persona con familiari che possono autorizzare:
Il familiare più prossimo (coniuge o in mancanza figli o in mancanza genitori o in mancanza fratelli e sorelle e così proseguendo fino al 6° grado di parentela diretta) deve rilasciare la DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO con la quale si dichiara che il proprio congiunto (De Cuius) IN VITA aveva espresso la volontà di essere cremato. Questa dichiarazione deve essere accompagnata dalla fotocopia di un documento valido (non scaduto) da parte di tutti i familiari che la devono sottoscrivere. L’ Impresa Funebre dovrà sapervi dire esattamente chi deve autorizzare, quanti familiari devono autorizzare e produrvi il modulo della DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO. Se non vi coadiuva in questo, diffidate, probabilmente non conoscono il loro lavoro e vi faranno perdere tempo prezioso.

Persona senza familiari che possono autorizzare:
In questo caso è necessario che la persona, quando è ancora in vita, si iscriva ad una delle Società per la Cremazione presenti sul territorio. Presso le Società per la  Cremazione è sempre presente un notaio che raccoglierà la volontà della persona e al momento del decesso potrà autorizzare in vece dei familiari. Questo servizio ha un costo differente da società a società, che normalmente si esaurisce mediante il pagamento di una quota annua di iscrizione. Fino a che si è iscritti vale la volontà espressa. L’impresa Funebre si dovrà recare presso la Società per la Cremazione indicata per ritirare la dichiarazione e ottenere poi l’ autorizzazione alla cremazione presso le autorità competenti. Altrimenti si può rilasciare la VOLONTA’ TESTAMENTARIA presso il proprio notaio. In questo caso l’autorizzazione alla cremazione potrà essere ottenuta solo dopo la pubblicazione del Testamento. Questo allunga notevolmente i tempi.


Dispersione Delle Ceneri


Persona con familiari che possono autorizzare:
Anche per la dispersione delle ceneri è indispensabile LA VOLONTA’ ESPRESSA in vita dal De Cuius ad avere le proprie ceneri disperse. Il luogo dove poter disperdere si può scegliere solo nell’elenco dei luoghi messo a disposizione dai singoli comuni.

La legge 130 dice che: “la dispersione delle ceneri è consentita, nel rispetto della volontà del defunto, unicamente in aree a ciò appositamente destinate all'interno dei cimiteri o in natura o in aree private; la dispersione in aree private deve avvenire all'aperto e con il consenso dei proprietari, e non può comunque dare luogo ad attività aventi fini di lucro; la dispersione delle ceneri è in ogni caso vietata nei centri abitati, come definiti dall'articolo 3, comma 1, numero 8), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada); la dispersione in mare, nei laghi e nei fiumi è consentita nei tratti liberi da natanti e da manufatti;

Il familiare più prossimo (coniuge o in mancanza figli o in mancanza genitori o in mancanza fratelli e sorelle e così proseguendo fino al 6° grado di parentela diretta)  deve rilasciare la DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO con la quale si dichiara che il proprio congiunto (Decuius) IN VITA aveva espresso la volontà ad avere il proprio corpo cremato e  le proprie ceneri disperse. Questa dichiarazione deve essere accompagnata dalla fotocopia di un documento valido (non scaduto) da parte di tutti i familiari che la devono sottoscrivere. L’ Impresa Funebre dovrà sapervi dire esattamente chi deve autorizzare, quanti familiari devono autorizzare e produrvi il modulo della DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO. Se non vi coadiuva in questo, diffidate, probabilmente non conoscono il loro lavoro e vi faranno perdere tempo prezioso.

Persona senza familiari che possono autorizzare:
In mancanza di familiari LA VOLONTA’ ESPRESSA in vita dal De cuius ad avere il proprio corpo cremato e le ceneri disperse dovrà essere lasciata ad un notaio con il quale si dovrà individuare un ESECUTORE TESTAMENTARIO o ad una delle Associazioni per la Cremazione legalmente riconosciuta. In mancanza le ceneri NON POTRANNO ESSERE DISPERSE. Si potrà invece eseguire la cremazione con tumulazione dell’ urna

La legge 130 dice:
d) la dispersione delle ceneri è eseguita dal coniuge o da altro familiare avente diritto, dall'esecutore testamentario o dal rappresentante legale dell'associazione di cui alla lettera b), numero 2), cui il defunto risultava iscritto o, in mancanza, dal personale autorizzato dal comune;
e)
fermo restando l'obbligo di sigillare l'urna, le modalità di conservazione delle ceneri devono consentire l'identificazione dei dati anagrafici del defunto e sono disciplinate prevedendo, nel rispetto della volontà espressa dal defunto, alternativamente, la tumulazione, l'interramento o l'affidamento ai familiari;

E’ necessario sapere che:

  • non tutti i Comuni in Italia danno l’ Autorizzazione alla Dispersione nel proprio territorio;
  • la dispersione non può avvenire senza l’ autorizzazione del comune dove si desidera disperdere;
  • l’ urna può essere trasferita da un comune ad un altro solo dopo aver ottenuto le autorizzazioni al trasporto che formano il Decreto per Trasporto Fuori Comune.
  • l’ urna può essere trasferita usando il proprio autoveicolo


Affido Dell’ Urna


Persona con familiari che possono autorizzare:
Anche per l’ affido dell’ urna è indispensabile LA VOLONTA’ ESPRESSA in vita dal decuius ad avere il proprio corpo cremato e l’urna affidata ad un familiare.

Il familiare più prossimo (coniuge o in mancanza figli o in mancanza genitori o in mancanza fratelli e sorelle e così proseguendo fino al 6° grado di parentela diretta) deve rilasciare la DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO con la quale si dichiara che il proprio congiunto (Decuius) IN VITA aveva espresso la volontà ad avere il proprio corpo cremato. Questa dichiarazione deve essere accompagnata dalla fotocopia di un documento valido (non scaduto) da parte di tutti i familiari che la devono sottoscrivere. I familiari indicheranno la persona presso la cui RESIDENZA verrà custodita l’urna.


Richiesta Affido Nello Stesso Comune
Ove E’ Avvenuto Il Decesso


Nel caso in cui si richieda l’ affido nello stesso comune ove è avvenuto il decesso, l’agenzia funebre dovrà preparare tutti i documenti necessari per la richiesta dell’ affido e depositarli presso il comune in attesa di ottenere l’ appuntamento per il ritiro dell’urna presso il crematorio. Il giorno dell’ appuntamento il familiare che ha richiesto l’ affido dovrà presentarsi presso gli uffici del cimitero per firmare tutte le dichiarazioni e i verbali di affido e di ritiro dell’ urna, sempre munito di documento d’ identità valido (non scaduto).


Richiesta Affido In Un Comune Diverso
Dal Comune Ove E’ Avvenuto Il Decesso


Nel caso in cui la persona richiedente l’ affido sia residente in comune diverso da quello ove è avvenuto il decesso l’agenzia dovrà prima di tutto accertarsi che il comune di arrivo sia tra quelli che autorizzano l’ affido (non tutti i comuni in Italia danno questa autorizzazione). Una volta certi che il comune autorizzerà, l’ agenzia funebre dovrà preparare il Decreto per Trasporto dell’ urna in altro comune e consegnare tutti i documenti e l'urna al familiare. Sarà il familiare stesso che dovrà portare l’urna presso il comune di residenza, mostrare al messo comunale (o chi ne fa le veci) tutti i documenti prodotti dall’ agenzia e richiedere il permesso all’ Affido presso la propria Residenza. Il tempo che i diversi comuni si prendono per emettere tale autorizzazione varia da comune a comune. Durante questo tempo l’ urna dovrà essere custodita presso la camera mortuaria del cimitero.

Persona senza familiari che possono autorizzare:

Anche l’ affido deve essere UNA VOLONTA’ della persona pertanto chi non ha familiari che possano realizzarla dovrà affidarsi, come per la dispersione ad un notaio o dovrà iscriversi ad una delle associazioni per la cremazione legalmente riconosciuta.

E’ necessario sapere che:

  • non tutti i Comuni in Italia danno l’ Autorizzazione all’ Affido dell’ Urna nel proprio territorio;
  • l’ Affido non può avvenire senza l’ autorizzazione del comune dove è residente l’ affidatario;
  • l’ urna può essere trasferita da un comune ad un altro solo dopo aver ottenuto le autorizzazioni al trasporto che formano il Decreto per Trasporto Fuori Comune;
  • l’ urna può essere trasferita usando il proprio autoveicolo.

 

Prezzi Della Cremazione


Anche per un servizio funebre con susseguente cremazione della salma si deve acquistare un feretro in legno (questo sia che si celebri il rito religioso sia che non lo si celebri). La cremazione avverrà con tutto il feretro di legno posto all’ interno del forno crematorio. I forni crematori raggiungono temperature molto elevate (fino a 1000°) questo fa si che il legno si polverizzi totalmente le uniche ceneri che rimarranno saranno quelle delle ossa. E’ un servizio funebre a tutti gli effetti. Il trasporto del feretro verrà effettuato con autofunebre. Con i familiari si organizzerà il trasporto della salma nel luogo di culto per il rito religioso, ci saranno gli spallatori e verranno redatti tutti i documenti necessari come:
  • la denuncia di morte e l’atto di morte presso l’ anagrafe
  • tutti i documenti atti ad ottenere l’ autorizzazione alla cremazione;
  • tutti i documenti atti ad ottenere la tumulazione o la dispersione o l’ affido dell’ urna.

Per quanto riguarda il Servizio Funebre con Cremazione è impossibile stabilire un costo fisso. Il costo, come per tutti i servizi funebri varia a seconda di:
  • richieste ed esigenze dei familiari;
  • feretro scelto;
  • servizio scelto;
  • urna scelta;
  • luogo in cui si trova la salma;
  • luogo dove deve essere trasportata etc.

Le variabili sono troppe e molteplici per poter dare un prezzo valido per tutti. Per questo è bene avere un’agenzia di fiducia con la quale visionare le varie tipologie di servizio, i vari prezzi e a cui poter chiedere tutte le spiegazioni a riguardo.

Torna alla lista        Stampa


AZIENDA CERTIFICATA: ISO 9001:2008 e UNI EN 15017:2006
certificazioni 
 
HOME | AZIENDA | FUNERALI DI STATO E SOLENNI | SERVIZI | CATALOGO | PENSIERI E PAROLEZEGA | CONTATTI
 
logo_bianco   pin Via Clelia, 26/28
00181 - Roma
  fax (+39) 06.78.02.488
  telefono(1) (+39) 06.78.40.300   mail(2) info@zega.it
COPYRIGHT © Funeraria Officia Roberto Zega Srl - P.IVA 01353060591 - Tutti i diritti riservati